Endodonzia

Endodonzia

Il trattamento endodontico ( o terapia canalare ) si esegue nel caso in cui i batteri responsabili della carie abbiano raggiunto la polpa dentale ( frequentemente chiamata “ il nervo “ ) e ne abbiano causato infiammazione o necrosi, spesso con aumento della sensibilità o  dolore al dente interessato. In questo caso la terapia canalare ( o devitalizzazione ) è necessaria per  la scomparsa della sintomatologia.

Si esegue dapprima lo svuotamento e la pulizia dei canali, quindi si esegue il riempimento dei canali stessi con materiali adeguati.

La terapia canalare si esegue anche quando una devitalizzazione precedente non abbia pulito completamente i canali e si sia formata una infiammazione apicale  ( o granuloma ) a livello della porzione terminale della radice. In questo caso, se la nuova terapia ( o ritrattamento ) non ottenga un risultato favorevole, sarà necessario rimuovere chirurgicamente l’infiammazione residua: tale trattamento si definisce “ apicectomia “.

Dopo una terapia canalare eseguita correttamente è possibile utilizzare normalmente il dente curato, anche se spesso si rende necessaria la ricopertura dentale con una corona protesica, al fine di proteggere  la porzione di dente rimasta dopo aver rimosso la carie ed aver eseguito l’apicectomia.

Lascia un commento