Igiene orale

Igiene orale

Per igiene orale si intende la pulizia della cavità orale.

Una buona igiene orale è garantita da un corretto spazzolamento, con uno spazzolino da denti, delle superfici dentali esterne ed interne, nonché della superficie occlusale. Da ultimo ma non meno importante è la pulizia con spazzolino senza dentifricio della superficie linguale, che per la sua conformazione trattiene parecchi residui alimentari e batteri, predisponendo allo sviluppo di una alitosi. Passaggio successivo è l’utilizzo del filo interdentale in modo da pulire gli spazi tra un dente e l’altro, e un collutorio.

Lo spazzolino manuale dovrebbe essere cambiato non appena le setole appaiono larghe e consumate.
I denti vanno spazzolati secondo uno schema preciso:

      • con moto dalla gengiva verso il colletto del dente, quindi dall’alto verso il basso per i superiori e viceversa per gli inferiori;
      • prima sopra e poi sotto;
      • prima gli incisivi, sopra e sotto, poi canini sopra e sotto, premolari, e molari. Occorre arrivare fino a dove è possibile, facendo attenzione ad insistere tra dente e dente, per premolari e molari bisogna spazzolare anche con moto rotatorio;
      • prima esternamente, poi internamente.

L’operazione deve essere ripetuta più volte per evitare di lasciare zone scoperte, è consigliabile lavarsi i denti per almeno 3 minuti.

Lo studio Grimaudo perfeziona l’igiene orale dei suoi pazienti attraverso l’ablazione del tartaro sopra-gengivale e, ove necessario, tecniche di polishing e levigatura.

Lascia un commento